17/02/2021 hearing: reject of all exceptions – udienza 17/02/2021: rigettate tutte le eccezioni

The hearing has being held with Microsoft Teams

A further hearing was held today in the Norman Atlantic trial, through a Teams video connection of the lawyers of the defendants, all lawyers of the civil parties and Public Prosecutors with the Judges of Bari. Everything was carried out with extreme efficiency and the board of Judges decided on the preliminary exceptions discussed at the last hearing, reading a long and articulated order that resolved all the issues raised by the defendants’ lawyers with the complete rejection of it, and substantially: objection of territorial incompetence of the Court of Bari (rejects); lack of jurisdiction over the crimes pursuant to Legislative Decree 231/2001 for the foreign company ANEK (rejects); European Community conflict/ bis in idem for criminal proceedings pending in Greece (rejects); referral to the ECHR for violation of the provisions of Reg. (EC) 392/2009 (rejects); defect of the procedure for failure to notify the notice 415 bis cpp translated into Greek to the accused alloglot (rejects); defect in the appraisal for VDR transcription operations performed by auxiliary of the expert (rejection); late registration in the register of investigation after the preliminary probatory phase (rejects); expulsion of deeds acquired by letters rogatory from the PPMM (accepts and orders their expulsion as they are repeatable acts); on the seizure of the ship after annulment of release from seizure and postponement by the Supreme Court (the PPMMs ask not to take action given the dismantling of the wreck, and the Court orders a no action).

Finally, on our request for correction and revocation of the provision for the exclusion of the civil responsible Visemar di Navigazione Srl, the Prosecutor’s office supported our request, believing that the non-participation of the company in the probative incident phase is not substantial, as the same Visemar company was present at that stage as a suspect pursuant to Legislative Decree 231/2001 and represented by the same defender who later constituted himself in defense of Visemar as civil liability: the Court reserved on the matter and will decide by order at the next hearing taking place in March 24, 2021, which will be held in presence in Bari for the latest questions and to deliberate on the request for preliminary examinations.

Si è tenuta oggi una ulteriore udienza nel processo Norman Atlantic, tramite il videocollegamento dei difensori degli imputati, difensori delle parti civili e Pubblici ministeri con i giudici di Bari. Tutto si è svolto con estrema efficienza e il Collegio dei giudici ha sciolto la riserva sulle eccezioni preliminari discusse alla scorsa udienza, leggendo una lunga ed articolata ordinanza con la quale ha disposto il rigetto integrale di tutte le questioni sollevate dagli avvocati degli imputati, e sostanzialmente: eccezione di incompetenza territoriale del Tribunale di Bari (rigetta); difetto di giurisdizione sui reati ex D.Lgsl.231/2001 per ente straniero ANEK (rigetta); litispendenza comunitaria /bis in idem per la pendenza di un procedimento penale in Grecia (rigetta); rinvio alla CEDU per violazione delle norme Reg. (Ce) 392/2009 (rigetta); vizio del procedimento per mancata notifica dell’avviso 415 bis cpp tradotto in greco all’imputato alloglotta (rigetta); vizio della perizia per operazioni di trascrizione VDR eseguite da ausiliario perito (rigetta); iscrizione tardiva registro indagati dopo incidente probatorio (rigetta); espunzione atti acquisiti per rogatoria dai PPMM (accoglie e dispone la loro espunzione in quanto trattasi di atti ripetibili); sul sequestro della nave dopo annullamento dissequestro e rinvio dalla Cassazione (i PPMM chiedono non luogo a provvedere stante lo smantellamento del relitto, e la Corte dispone in tal senso).

Infine sulla nostra istanza di correzione e revoca del provvedimento di esclusione del responsabile civile Visemar di navigazione S.r.l., l’ufficio della Procura sostiene la nostra istanza, ritenendo che la mancata partecipazione dell’ente alla fase di incidente probatorio non sia sostanziale, in quanto la stessa società Visemar era presente in quella fase in qualità di indagata ex D.Lgsl.231/2001 e rappresentata dal medesimo difensore poi costituitosi in difesa della Visemar come responsabile civile: il Tribunale si è riservato sulla questione e deciderà con ordinanza alla prossima udienza del 24 marzo 2021, che si terrà in presenza a Bari per le ultime questioni e deliberare sulla richiesta delle prove istruttorie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...