Norman Atlantic – finished unloading from deck 3 – Terminato lo sbarco mezzi ponte 3

IMG_1034It’s been completed the sorting and unloading of the burned vehicles from deck 3 of the ship Norman Atlantic, docked in the port of Bari and destroyed by fire in 12/28/2014, causing the death of 11 people and 18 missing, for all causes yet to be ascertained. All passenger cars and trucks, extracted with great difficulty from the company contracted by the Public Prosecutor’s office in Bari under the direction of experts and scientific police and with the participation of our consultant Prof. Ing. Antonio Scamardella, were totally devastated by fire and high temperatures and reduced to a shapeless mass of metal, so it was carried out disposal and scrapping of vehicles.

The “sterile” area, released from vehicles – was immediately interdicted in order to allow the court experts to further investigate the causes and modes of fire development. It does not appear to be any biological specimen found, belonging to someone of the many dispersed.

The operations on the remaining bridges are therefore suspended and will continue after these scientific findings, until full unloading of the ship.

Our legal team has already from the beginning notified to Anek the full list of clients embarked with their cars, in order to allow verification and possible recovery of the vehicles and especially of their belongings and personal property, in some cases all they had, contained inside the vehicles.


IMG_7003Sono state portate a termine le operazioni di smassamento e scarico degli automezzi incendiati dal ponte 3 della nave Norman Atlantic, ormeggiata nel porto di Bari e distrutta dall’incendio del 28.12.2014, provocando la morte di 11 persone e 18 dispersi, per cause tutte ancora da accertare. Tutte le autovetture e gli autotreni, estratti con molte difficoltà dalla ditta incaricata dalla Procura di Bari sotto la direzione dei periti e della polizia scientifica e con la partecipazione del nostro consulente Prof. Ing. Antonio Scamardella, risultavano totalmente devastate dal fuoco e dalle temperature altissime, e ridotte ad una massa informe di lamiere, quindi si è proceduto allo smaltimento e rottamazione dei veicoli.

L’area “sterile”, liberata dagli automezzi – è stata immediatamente interdetta al fine di consentire ai periti del Tribunale di approfondire le indagini sulle cause e modalità di sviluppo dell’incendio. Non risulta essere stato rinvenuto alcun reperto biologico appartenente a qualcuno dei molti dispersi. Le operazioni sui restanti ponti sono quindi sospese e proseguiranno dopo questi accertamenti scientifici, fino al completo smassamento della nave.

Il nostro team di legali ha già da inizio comunicato ai responsabili di Anek l’elenco completo dei clienti che si erano imbarcati con le proprie auto, al fine di consentire la verifica e possibile recupero dei mezzi e sopratutto dei loro effetti e beni personali, in alcuni casi tutto quello che avevano, contenuti all’interno dei veicoli.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...